Crostata di mele americana (American Apple Pie)

Crosta:picture

300 di farina

1 cucchiaino da tè di sale

1 cucchiaino da tè di zucchero

200 gr burro, abbastanza freddo e tagliato a pezzettini

½ bicchiere circa di acqua gelata

Mettere la farina in una zuppiera larga, aggiungere lo zucchero e il sale e mescolare.  Aggiungerci il burro a pezzetti e incorporarlo nella farina con le dita, velocemente così non si scioglie.  Quando il miscuglio e un po’ sabbioso, aggiungere l’acqua un po’ alla volta, solo un tanto per formare una massa omogenea. (Questo si puo’ fare benissimo anche nel robot).  Dividere la pasta in due parti, una più piccola dell’altra, appiattirle e farle riposare, avvolte in plastica, nel frigorifero per almeno un’ora (si puo’ fare benissimo il giorno prima, o anche più avanti, e allora si metterebbe nel freezer).

Inburrare uno stampo da pie della larghezza di circa 24 cm (uno stampo da crostata americano, coi lati svasati – io uso una pirofila)

Spianare il panetto di pasta più grande col matterello e ricoprire il fondo e i lati dello  stampo.  Spianare poi l’altro panetto di pasta finché sia un po’ più largo dello stampo e metterlo da parte.

Ripieno

 5-6 mele di grandezza media (se piccole, di più), tipo Granny Smith, McIntosh o altre (anche un miscuglio di tipi diversi), sbucciate e tagliate a fettine non troppo sottili

100 gr. di zuccheropicture

un bel pizzico di sale

circa 2 cucchiai da tavola di amido di mais (la fecola di patate andrà anche bene)

1 cucchiaino da caffè raso di cannella

una puntina di cucchiaino di noce moscata grattugiata

1 cuchiaino da tè di estratto di vaniglia

qualche pezzettino di burro da metterci sopra

circa 1 cucchiaio di latte e 1 di zucchero per la crosta

Accendere il forno a 220 gradi.  Tener pronta la lastra del forno.

Mischiare bene le mele con lo zucchero, sale, amido, cannella, noce moscata e vaniglia.  Versare questo miscuglio nello stampo foderato di pasta, cospargersi sopra i pezzettini di burro.  Poi sollevare delicatamente l’altra sfoglia e adagiarcela sopra.  Chiudere bene tutt’intorno e decorare un po’ il bordo con dei pizzichi (non so come altro spiegarlo!). Fare un 4-5 taglietti alla pasta con le forbici (per fare uscire un po’ di vapore), poi spennellare la crosta con un po’ di latte, e cospargerla con un cucchiaio di zucchero.

Mettere lo stampo sulla lastra del forno ed infornare per 10 minuti.

Poi abbassare la temperatura a 190 gradi e far cuocere per 40-50 minuti di più. La crosta deve essere bella dorata e friabile.

Fatela raffreddare, ma non completamente.  Agli americani piace tiepida con del gelato alla vaniglia.