I guerrieri dell’estate

9 agosto 2017

Mi piacciono. Mi scaldano il cuore, m’invogliano a vivere.

Sono loro, i signori che tornano dal lavoro, o durante i lunghi weekend, e si immergono immediatamente nei vari progetti estivi. Imbiancano le pareti, costruiscono dei tavoli, degli scaffali, si cimentano pure ad affrontare un’aggiunta edilizia alla casa o sistemano il tetto.

Sono lassù, loro, aggrappati a scale, in bilico sulle tegole, seduti sui davanzali, oppure alla guida di piccoli trattori taglia-erba.

Gli uomini americani.   Hanno nel sangue la tradizione dei cowboys, uomini d’azione, forti, un tantino temerari. Non c’e niente che non possano eseguire. Si mettono a lavoro e basta.

Semberà strano, ma il frastuono delle seghe elettriche (e di altri attrezzi di cui non capisco un cavolo) di pomeriggio, o anche di mattina, non mi dà affatto fastidio. Sono loro, gli uomini che agiscono, costruiscono, riparano, inventano.

Bottigliette d’acqua dappertutto (e, certo, anche qualche birra) procurate da mogli felici (“non vedevo l’ora che cambiasse la porta di casa!”), bandana in testa per raccogliere l’onesto sudore, jeans sbiaditi, ai piedi i Timberland ben usati, cintura porta-attrezzi alla vita.

Ecco il ‘guerriero’ dell’estate americano. Che gioia!

E anche quelli che forse non abbattono i muri di casa per ingrandire la cucina e creare l’ open concept, ma si limitano a pitturare una porta o ad attaccare mattonelle nella doccia, li trovi poi in giardino, alla fine della giornata, muniti di attrezzi barbecue, con un bel piatto di costolette di maiale, hamburgers o dei bei polli (marinati amorevolmente dalle signore), che adagieranno sulle braci con arte, e l’aroma divino invaderà tutto il quartiere.

Vi ammiro e vi stimo, o guerrieri d’estate, sono fiera di voi, ho bisogno di voi, e, a nome di tutte le donne, you are amazing!

Advertisements

2 thoughts on “I guerrieri dell’estate

  1. I enjoyed reading your “Sumner Warriors, well written, poetic. But I must confess that I was compelled to use Google Translate because I am nowhere near the level that I should be at.
    Pietro Domenico Aglione, Hawthorne

    Liked by 1 person

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s